Cerca

Notizie

Anche le API Vulkan supporteranno presto il Ray Tracing

mercoledì 18 marzo 2020

 

Per chi non lo sapesse, il ray tracing è una tecnica di rendering che è arrivata nel mondo gaming nel 2018, con l'arrivo delle schede video GeForce RTX di NVIDIA (e il seguente supporto da parte di alcuni titoli famosi come Metro Exodus). Il ray tracing è una tecnologia che va a simulare in modo realistico la rifrazione della luce, ovvero come i raggi luminosi intersecano e interagiscono con la geometria dei materiali in un ambiente virtuale.

Qualche ora fa Khronos Group ha annunciato l'arrivo delle API "Vulkan Ray Tracing", ovvero il rilascio pubblico e la ratifica di alcune estensioni "provvisorie" per l'API Vulkan, il quale introdurrà proprio il supporto al tracciamento in tempo reale. 

Prima del 2018, il Ray Tracing è stato utilizzato prevalentemente in campo cinematografico, ma entro fine anno arriverà anche nelle console di nuova generazione.

Vulkan Ray Tracing integra un framework di ray tracing coerente nell'API Vulkan, consentendo una fusione flessibile di rasterizzazione e accelerazione del ray tracing. Vulkan Ray Tracing è progettato per essere agnostico dal punto di vista hardware e quindi può essere accelerato sia su GPU esistenti che su core dedicati, se disponibili.

Vulkan Ray Tracing consiste di diverse estensioni di Vulkan, SPIR-V e GLSL, alcune delle quali opzionali. L'estensione primaria VK_KHR_ray_tracing si basa su un'estensione messa a punto nei mesi scorsi da Nvidia (VK_NV_ray_tracing), quindi non stupisce che l'azienda abbia manifestato il suo pieno supporto al Khronos Group, tanto che nelle prossime ore metterà a disposizione dei driver beta compatibili. Restate con noi per ulteriori aggiornamenti.

 

 


Fonte

Lascia un commento
Filters
Sort
display